IDENTITA' E PRATICHE OPERATIVE.

novembre 2002

 

LABO', laboratorio di architettura e politica, nasce dall'esperienza de "il comitato studentesco di architettura di Roma 3" ed è indirizzato a tutti coloro che abbiano la volontà di costruire attivamente e collettivamente un percorso culturale comune:

LABO' è uno strumento a disposizione di tutti quegli studenti che identificano nel comitato studentesco il veicolo del loro agire politico, riconoscendo come propri i valori della democrazia sostanziale, del sapere critico e le pratiche dell'autogestione, dell'inter-azione, del confronto, della ricerca, del rifiuto di vincoli di formule collaudate.

LABO' è la firma collettiva di pratiche di approfondimento, riflessione e progettualità politica e di ricerca del comitato studentesco, il luogo assembleare di riferimento dove i saperi e le tecniche vengono condivisi.

LABO' agisce per meccanismi inclusivi: è un gruppo aperto estendibile all'infinito, che accetta iniziative sui temi dell'architettura e della politica sulla base della condivisione dei valori e delle prassi esposte.

LABO' usa la cooperazione come forma per presentarsi all'interno di uno spazio politico riscattato; in alternativa ai processi di divisione ed identificazione innescati da una società organizzata ad impresa.

 

UNIVERSITÀ ED AUTO/FORMAZIONE.

LABO' è un progetto di studenti della "università ormai riformata" che vuole riflettere sul nuovo ruolo della didattica, sulle forme di controllo degli indirizzi culturali e sulla contemporanea figura del corpo studentesco legato all'obbligo di frequenza, alla selezione dei percorsi formativi incentrata sui test d'ingresso, ai bacini di utenza e di estrazione sociale a carattere prevalentemente regionale.

LABO' ha carattere esponenziale dato da un valore aggiunto riconosciuto nell'auto/formazione, tema propositivo per il recupero del sapere critico ed il superamento dei limiti della formazione universitaria.