Rompere i confini significa infrangere, sfrangiare il più possibile i confini, il limite che esso stabilisce, per trasformarlo in un margine sempre più ampio, dove dar un luogo alle differenze. Abitare la soglia vorrebbe dire, allora, abitare e costruire questo terzo luogo il cui centro passa al suo interno e dentro di oi per diventare noi stessi uomini di confine.

(Zanini, Significati di confine)

Filtro-Soglia abitata - sviluppo progettuale del concetto di confine
Sempre più la nostra, sembra essere l’epoca del simultaneo, della giustapposizione, del vicino e del lontano, del fianco a fianco e del disperso. Il limite, il confine è proprio il luogo dove queste giustapposizioni, queste antinomie, si manifestano concretamente e si rivelano competamente.
Il confine è quindi uno spazio, e non solo la linea che lo istituisce.
Il confine è un luogo dotato di una misura, di una dimensione, con le sue storie e i suoi abitanti.(Zanini, Significati del confine)

E’ proprio perché i limiti sono vissuti che essi partecipano alla territorialità (C.Raffestin, Per una geografia al potere)

Confermare uno spazio, segnarlo, non vuol dire necessariamente chiuderlo, impedire l’accesso agli altri. (Zanini, Significati di confine)