STUDIO PER UN CENTRO DI DOCUMENTAZIONE

PER L'ARCHITETTURA CONTEMPORANEA A PALERMO.

GUIDA ALLA NAVIGAZIONE.

 

Il lavoro è lo studio per un progetto di un archivio dell'architettura contemporanea a Palermo, pretesto per un'indagine sulla accessibilità ai saperi nella metropoli contemporanea e, in particolare, nella specificità del contesto palermitano.

A partire da uno studio critico sui luoghi deputati alla dentenzione dei saperi, arriviamo alla ridefinizione della tipologia archivio e alla proposta di una città dove le istituzioni pubbliche, le biblioteche, le università, gli archivi diventano luoghi di diffusione dei saperi , attraverso l'uso delle nuove tecnologie informatiche.

Il risultato è una mappatura, navigabile in ogni suo punto, del percorso didattico di tre seminari di ricerca e dei loro nodi di congiunzione:

. l'archivio nella rete delle tecnologie informatiche –la rete- 
. la tipologia dell'archivio –il tipo- 
. l'archivio dell'architettura contemporanea nel mediterraneo –la città- 

Il metodo di indagine è quello dell'archeologia del sapere individuato da Michel Foucault e applicato allo studio dell'architettura: dalla ricerca degli archetipi alle loro declinazioni, fino alla definizione di possibili progetti architettonici.

il linguaggio è quello proprio dell'architettura, di una narrazione logica per immagini.

La navigazione può avvenire seguendo il percorso didattico del singolo seminario sino ai possibili snodi di incontro dei tre gruppi di ricerca; oppure, entrando liberamente in uno dei qualsiasi punti della mappa e da lì risalire agli archetipi o perdersi secondo una deriva psicogeografica.

 

 

Il progetto si è avvalso dell'aiuto e della collaborazione dello studio di architettura 2TR nelle persone di Luca Montuori, Riccardo Petrachi e Marina Checchi; Francesco Careri; i sociologi Antonio Lupo e Giovanni Paolo Ferreri.

Al laboratorio di autoformazione hanno partecipato circa 12 studenti iscritti a diversi anni di corso, ognuno con la sua personale storia e formazione.